Default text, this is the text that 3.x browsers will see You can have lot's of ˜ here in stead. Or you can use a script to write in text only if it's Netscape 4 (you have to do that so that the layer gets some content or the written in text won't show correct.


Cerca nel sito



HOME
Mi presento
1. Le origini degli ornamenti personali
2. Gioielli antichi
3. Le gemme antiche
4. I gioielli Indiani
5. Tra Oriente ed Occidente
6. Spazio Libero
BIBLIOGRAFIA E FONTI
Il SurjaForum



 Anthakarana
 Art Jewelry
 Blu Delfino Blu
 BluGoa
 Gli Occhi del Drago
 Il Ponte dell'Arcobaleno
 Il Raggio Verde
 Le Pietre delle Fate
 Moonwitch
 Navaratna
 Rainbowbridge
 Saraswati
 Silvermoon
 Spazio Cucina
 Surja
 SurjaAge
 SurjaWorld

Torna alla Home del SurjaRing

Hai voglia di partecipare attivamente? Vuoi vedere pubblicato un tuo intervento inerente gli argomenti trattati all'interno di questo sito? INVIACI un messaggio illustrandoci l'argomento che desidereresti trattare: ti risponderemo al più presto richiedendoti l'invio del materiale, ed anche una tua foto, se vuoi.

Pubblicheremo gli interventi che, a nostro giudizio, saranno ritenuti più originali ed interessanti.
2.2. Al di sopra di ogni sospetto

Angeli dei Sette Chakra
Gli Angeli dei Chakra si rivolgono ad animi in cammino verso un sempre maggiore e consapevole equilibrio personale.
Donarsi o donare un angelo dei Chakra è un gesto colmo di simboli e significati.

Visualizza tutti gli Angeli dei Sette Chakra>>>
Alcune pietre sono tuttora esposte al Museo Nazionale dell’Aviazione Peruviana, a Lima, il cui ex direttore, il colonnello Omar Chioino fece riportare su carta da esperti cartografi dell’aviazione i motivi incisi sulle sessanta pietre del museo.
Alcuni disegni erano incredibilmente simili alle figure incise nel deserto di Nazca. “Solo chi è pratico di procedimenti di rilevamento topografico può comprendere che tipo di modello sia necessario per riportare in misure gigantesche un disegno originale in piccola scala, con assoluto rispetto delle proporzioni.
I primi devono aver posseduto strumenti e sussidi di cui non sappiamo nulla (…) Inoltre escludo la possibilità di una contraffazione” ha affermato il Colonnello Chioino. Contraffazione di cui in passato è stato accusato lo stesso dottor Cabrera, ma Chioino smentisce: “il dottor Cabrera è stato sotto la sorveglianza del Servizio d’Informazione negli anni settanta e per un lungo periodo di tempo.
Non è emerso nulla che lo potesse incastrare. La sua serietà è oggi al di sopra di ogni sospetto”.
Roger Ravinez, archeologo e membro dell’Istituto Nazionale di Cultura del Perù, accanito avversario del medico peruviano, ritiene le pietre delle falsificazioni, in quanto le incisioni non sono collegabili stlisticamente con i rinvenimenti archeologici di Tiahuanaco, Mochica, Nazca o Paracas.
Ha tuttavia dovuto ammettere che ritiene autentica una di queste pietre, quella scoperta dallo stimato archeologo Max Uhle in una tomba preincaica. Anche su questa pietra un animale preistorico, un dinosauro, faceva bella mostra di sé.


Un enigma archeologico


Nella collezione di Cabrera, che negli anni ha costituito un museo personale, vi sono alcune enormi pietre che in base a quanto afferma lo studioso peruviano, provengono da un deposito sotterraneo dove sono ancora presenti migliaia di altri reperti.
Cabrera afferma di essersi rivolto al governo per far sì che si prendessero le necessarie cautele per sbarrare e controllare militarmente il giacimento a lui noto, per evitare atti di sabotaggio e depredazioni da parte di tombaroli.
Solo a queste condizioni avrebbe rivelato l’esatta ubicazione del deposito. Ma le condizioni non si sono mai verificate. Nella diatriba tra vero e falso si inserì nel 1974 il ricercatore francese Francis Mazière, famoso per il pionieristico lavoro svolto sulla cultura polinesiana dell’isola di Pasqua.
Dopo un accurato lavoro di reperimento e studio. Mazière definì le pietre come “l’enigma archeologico più sconcertante del sud-America”, escludendo la possibilità di falsificazioni.


Uomini e dinosauri


Un ennesimo interrogativo è legato al numero delle pietre e alle conoscenze che un eventuale falsario avrebbe dovuto possedere.
Vi dovrebbero essere almeno 11.000 pietre, opera di un nutrito gruppo di falsari, i quali avrebbero dovuto possedere conoscenze geologiche, anatomiche, naturalistiche approfondite, per non dire specializzate, che non possono essere proprie di due pur abili campesinos, Basilio Uchuya e Irma Gutierrez, i principali realizzatori di falsi.
In effetti le pietre da loro realizzate sono del tutto simili a quelle di Cabrera. Queste osservazioni sono state alla base delle accuse mosse dagli archeologi a Cabrera, in quanto unica mente della “truffa delle pietre di Ica”.
In realtà, come già detto, ammettendo che non tutte le pietre siano originali, parte di queste potrebbe davvero esserlo, come lo è quella scoperta da Pezzia in cui è raffigurato un dinosauro.
Se alcune delle pietre sono originali, diviene di fondamentale importanza capire il significato delle incisioni. Su centinaia di esse si nota la presenza dell’uomo insieme ai grandi rettili.
Pur risultando difficile inserire tale anomalia in un contesto riconosciuto, Cabrera è assolutamente convinto di quanto afferma. Su una delle sue pietre è perfettamente riprodotto il ciclo vitale di uno stegosauro, su un’altra quella di un triceratopo ed altre con animali acquatici, oramai estinti.
Le pietre di Cabrera non sono l’unico indizio della contemporanea esistenza di uomini ed animali preistorici. Ad Acambaro, presso la Sierra Madre messicana, sono state ritrovate delle statuine di argilla a tutto tondo che raffiguravano uomini, stranamente abbigliati, insieme ad animali preistorici.
Le figure di Acambaro hanno subito la stessa sorte delle pietre di Ica. Rimangono un mistero e l’archeologia si rifiuta di considerarle (ne riparleremo).
Impronte di piedi umani fossilizzate, anche dotate di calzature, sono state trovate dai geologi, nelle vicinanze di Carson City nel Kentucky, in uno strato di rocce di 110 milioni di anni.
Altre sono state portate alla luce dalla nota paleoantropologa Mary Leakey a Laetoli, in Tanzania, dove coesistono tracce di uomini e dinosauri, mentre proprio a Ocucaje, il Dottor Jimenez del Oso ha scoperto resti umani accanto a quelli di animali preistorici.

In riferimento alla recente legge del 2015 entrata in vigore il 2 giugno sui cookie, avvertiamo i visitatori che questo sito non utilizza cookie per raccogliere dati degli utenti ma solo cookie tecnici, necessari al funzionamento del sito e per consentire agli utente di accedervi.




Non dimenticare d'iscriverti alle NewsLetter!



Vuoi un regalo dal SurjaRing? clicca qui



Ti piace questo sito?
Invita anche un tuo amico a visitare il SurjaRing!
clicca qui



Collabora con noi!
C'è un argomento che ti appassiona
e desideri condividerlo nel web?
Hai voglia di diventare uno dei nostri?
Collabora con noi!
C'è uno spazio gratuito che ti attende
all'interno del SurjaRing.
Clicca qui




REGISTRATI
per ricevere novità
dal SurjaRing










Per la pubblicità su     questo sito clicca qui!

Segnala il SurjaRing     ad un amico

Partecipa al     SurjaForum

Fai di SurjaRing la tua     Home Page

Collabora con noi

Ascolta la SurjaMusica


Surja

Cristallidiluna

BluGanesha

Profumidoriente


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in
SurjaRing?


Ars culinaria
La Locanda di Donna Sofia


SurjaForum
Partecipa anche tu al Forum del SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in SurjaRing?


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


I CHING
Consulta l'oracolo: un nuovo servizio offerto da SurjaRing


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing


SurjaForum
Partecipa anche tu al forum del SurjaRing!




SurjaTeam
Chi collabora con SurjaRing?

SurjaLink
I siti consigliati da SurjaRing

SurjaDono
Richiedi il dono del SurjaRing

ScambioBanner


powered by Neomedia

© Copyright Surja s.a.s. Tutti i diritti riservati.
È vietato utilizzare i contenuti di questo sito senza autorizzazione.